10 cose che i nuovi imprenditori devono sapere

Avviare un’impresa può essere costoso e complesso a seconda del tipo di attività che si avvia. Un piano aziendale strategico ti aiuta a rispondere a domande come quali sono le mie risorse di capitale, come il mio prodotto o servizio raggiungerà il mercato o come gestirò le mie operazioni quotidiane. Questi sono problemi molto importanti per qualsiasi start-up e devono essere affrontati, tuttavia ci sono altri “must know” che sono altrettanto critici per il successo di una nuova attività.

La prima, che è la forma di business corretta da scegliere, potrebbe avere un impatto significativo sui tuoi profitti. Questo perché diverse forme di business sono tassate in modo diverso. Le varie forme di strutture aziendali includono l’unico proprietario, LLC, Partnership, S-Corporation o C-Corporation. Ognuno con il proprio insieme di regole, in quanto si riferisce a come si pagano le tasse. La considerazione successiva, se dovrei ottenere un numero di identificazione del datore di lavoro (EIN) è stato un argomento popolare tra le start-up. In generale, indipendentemente dalla forma della tua attività, richiedere e ottenere un EIN è un must. Questo perché nel corso della conduzione degli affari molto probabilmente effettuerai determinati pagamenti che richiedono la restituzione delle informazioni. I moduli utilizzati per segnalare questi pagamenti devono includere il numero di identificazione del beneficiario.

Un’altra considerazione importante è decidere il tuo anno fiscale. Un anno fiscale di solito è composto da dodici mesi. L’IRS consente due tipi di anni d’imposta. Il primo è l’anno solare, che inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno. Il secondo è l’anno fiscale. “Un anno fiscale è di 12 mesi consecutivi che terminano l’ultimo giorno di qualsiasi mese tranne dicembre. Un anno fiscale di 52-53 settimane è un anno fiscale che varia da 52 a 53 settimane ma non deve terminare l’ultimo giorno di un mese” (IRS pub 538). Sebbene la maggior parte delle start-up scelga l’anno solare, è bene capire la differenza tra i due. Una volta che la tua attività cresce, potrebbe diventare prudente passare all’anno fiscale a causa di molti potenziali vantaggi fiscali che potrebbero derivare di conseguenza.

Le prossime tre considerazioni includono i proprietari di aziende che sanno quale tipo di tassa federale e statale saranno tenuti a pagare, quali moduli fiscali è necessario presentare e come contabilizzare correttamente i dipendenti, in relazione alle imposte. L’IRS richiede diversi moduli aziendali per presentare diverse dichiarazioni dei redditi (Programma C, 1120, 1102s, 1065) in momenti diversi durante il periodo di deposito. Inoltre, a seconda che si disponga di dipendenti W-2 o di un appaltatore indipendente, si applicheranno i requisiti di restituzione delle informazioni di tipo diverso. Potresti anche dover affrontare obblighi di dichiarazione e pagamento dell’imposta sulle vendite statali e locali. È anche importante perché è stato affermato che è una delle aree più problematiche per le start-up di piccole imprese.

Infine, comprendere il metodo di contabilità corretto (contanti vs ratei), quali spese aziendali sono deducibili e quali registri tenere e per quanto tempo sono gli ultimi tre “must know”. A seconda del metodo contabile scelto, potresti pagare più tasse di quanto dovresti. Fare questa determinazione richiede una buona comprensione dei metodi contabili disponibili e di come tali metodi influenzano la tua situazione specifica. Capire quali spese sono deducibili ti aiuterà con una corretta tenuta dei registri, oltre ad aiutare il tuo professionista fiscale a massimizzare i tuoi crediti e le tue detrazioni. Ricorda, un professionista delle tasse generalmente si limita alle informazioni che fornisci. I professionisti fiscali possono comprendere le implicazioni di determinate detrazioni, ma non sanno senza il tuo contributo che tali detrazioni si applicano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *