Continuità operativa e pianificazione del ripristino di emergenza

Vantaggi dell’adozione di un Business Continuity Plan

Un piano di continuità operativa (BCP) è uno degli aspetti più trascurati di qualsiasi piccola impresa. Dallo sviluppo di una politica di ripristino di emergenza a un piano di ripristino di emergenza IT, ci vogliono tempo, denaro e test continui, pratica e pazienza. Tuttavia, ci sono molti vantaggi nell’adottare un piano di ripristino di emergenza. Fornisce un senso di sicurezza e riduce al minimo il rischio di ritardi dovuti a disastri naturali o provocati dall’uomo. Crea ridondanze e migliora l’affidabilità dei sistemi di backup. Le soluzioni di ripristino di emergenza dovrebbero essere nell’elenco di qualsiasi azienda che voglia sopravvivere dopo un’emergenza. Sorprendentemente, può anche aumentare i tuoi profitti. Questo articolo tenterà di delineare alcuni settori aziendali che hanno beneficiato dell’adozione di un piano di continuità operativa nelle loro operazioni.

Hotel che utilizzano un piano di continuità operativa

Gli hotel utilizzano il loro piano di continuità operativa per creare procedure per la gestione degli sfollati dopo un disastro. I gestori di hotel attenti sviluppano un piano di emergenza in collaborazione con le organizzazioni di gestione delle emergenze locali, statali e federali per prenotare in anticipo le famiglie sfollate. Ad esempio, l’Agenzia federale per la gestione delle emergenze (FEMA) fornisce assistenza in caso di calamità alle famiglie che cercano rifugio negli hotel. Gli hotel beneficiano di una casa piena e le famiglie beneficiano di un comodo alloggio di emergenza. Un hotel funge da sito di ripristino di emergenza e fornisce il coordinamento con i gestori delle emergenze locali per l’individuazione degli sfollati. Un BCP per un hotel dovrebbe prendere in considerazione molti elementi come alimentazione di riserva, cibo di emergenza, sussidi governativi e coordinamento.

Società di ripristino di emergenza che utilizzano un BCP

Le società di ripristino di emergenza hanno beneficiato dello sviluppo del loro piano di continuità operativa. Ad esempio, il processo aiuta a identificare le lacune nella gestione della catena di approvvigionamento primaria e secondaria, per attrezzature, materiali e forza lavoro. Inoltre, il piano di ripristino di emergenza aiuterebbe a formare accordi tra i clienti ad alta priorità (governo, VIP, ecc.) per semplificare i contratti di costruzione e recuperare più rapidamente dopo un disastro. Questo processo prende gran parte del processo decisionale e sottolinea l’equazione avendo negoziato i prezzi di costruzione prima del disastro.

Piccole imprese che utilizzano un BCP

Le aziende di self-storage sono diventate una parte essenziale del piano di continuità aziendale delle organizzazioni. Ad esempio, le piccole imprese danneggiate in un disastro spesso si contendono lo spazio extra mentre si affannano per salvare il proprio inventario. Un piano di ripristino di emergenza aziendale aiuterebbe a identificare rapidamente le posizioni delle unità di archiviazione. Avere questo a portata di mano farà risparmiare un sacco di tempo cruciale durante un’emergenza. Puoi anche cercare di stipulare un contratto con le società di stoccaggio locali per garantire il tuo posto dopo una dichiarazione di emergenza.

Autofficine che utilizzano un BCP

Le officine di riparazione auto che dispongono di un piano di continuità operativa (BCP) possono utilizzare tali informazioni per rimanere aperte anche dopo un disastro. Ad esempio, testare il piano di ripristino di emergenza aiuterà la tua organizzazione a identificare i pericoli locali. Potrebbe aiutarti a identificare i luoghi di lavoro che fanno parte di una zona alluvionale o un sito che soffre di blackout ricorrenti. Questi rischi possono essere determinati utilizzando strumenti come un’analisi dell’impatto aziendale. Sapere quali sono le tue vulnerabilità ti aiuterà ad affrontarle prima di un’emergenza. Quindi, le tue porte rimangono aperte.

Negozi di alimentari che utilizzano un piano di continuità aziendale

I negozi di alimentari che sviluppano un piano di continuità aziendale si renderanno sicuramente conto che molti dei loro scaffali rimarranno vuoti se non manterranno la fornitura in rapido movimento. Molti droghieri esperti tentano di rifornirsi con i loro fornitori ogni ora durante un evento di emergenza. I negozi di alimentari beneficiano dell’aumento della domanda e le famiglie beneficiano del cibo di emergenza.

Perché avere un piano di continuità operativa è essenziale?

Da hotel e società di ripristino di emergenza a unità di self-storage e negozi di alimentari; è diventato evidente che un piano di continuità operativa è una soluzione a qualsiasi tipo di interruzione dell’attività. In tali piani dovrebbero essere incluse strategie di preparazione e piani d’azione per dipendenti, personale e clienti. Ad esempio, un piano di ripristino di emergenza per lo stoccaggio di cibo e kit di emergenza. Questi must-have fornirebbero ai datori di lavoro un’eccellente fonte di cibo in caso di mancanza di corrente.

Il tuo piano di continuità aziendale dovrà includere attrezzi di sopravvivenza come kit di emergenza. Preparati ora e non aspettare un altro disastro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *