Ottieni prestiti di anticipo in contanti aziendali immediatamente

Ottenere un anticipo in contanti aziendale è semplice e facile per la maggior parte delle piccole imprese e anche per coloro che hanno punteggi di credito scadenti. Sebbene ciò non si applichi ai prestiti bancari, questi sono i requisiti dei prestatori privati ​​e i prestatori privati ​​sono tra i principali finanziatori in questo momento.

La maggior parte degli imprenditori che cercano finanziamenti e non sono a conoscenza degli attuali requisiti e sviluppi del settore finanziario, visitano la propria banca locale. Questo è il modo in cui la gente crede che si debba ottenere un prestito, tramite la banca. Tuttavia, le banche non sono molto entusiaste di finanziare le piccole imprese e, di conseguenza, è nata un’intera nuova industria per soddisfare la domanda.

I finanziatori privati ​​spesso colmano il divario tra imprese e banche. C’è il segmento molto ampio delle piccole imprese che sono bloccate nel mezzo, che non si qualificano per i prestiti bancari e tuttavia richiedono finanziamenti. I prestatori privati ​​colmano questa lacuna fornendo a molti di loro l’anticipo di cassa aziendale tanto richiesto negli Stati Uniti.

I servizi forniti dai finanziatori privati

Il finanziamento che i prestatori privati ​​forniscono è generalmente noto come MCA o prestiti di anticipo in contanti mercantili. Questi tipi di prestiti sono prestiti a breve termine che hanno una durata massima di 12 mesi. Le opzioni di rimborso sono facili e flessibili e i proprietari di piccole imprese possono collaborare con il finanziatore per impostare il metodo più adatto alle loro esigenze.

Il processo di domanda per richiedere un anticipo contante aziendale è semplice e veloce, con il finanziatore privato che generalmente richiede informazioni di base, e molto meno di quelle delle banche. Le informazioni di base richieste dai prestatori privati ​​per fornire un MCA sono menzionate qui.

1. Quanti anni ha l’attività?

2. La vendita mensile lorda dell’attività

3. Quanto richiedono

4. Scopo dei fondi, ovvero capitale circolante, espansione dell’attività, acquisto di scorte, acquisto di attrezzature, ecc.

5. Se l’imprenditore ha altri prestiti e se è in bancarotta.

Questi sono alcuni dei tipi fondamentali di domande a cui dovrebbe rispondere un piccolo imprenditore che richiede un MCA. La differenza in sospeso tra una domanda di MCA e prestiti bancari è il fatto che le banche richiedono informazioni dettagliate relative ai rendiconti finanziari. I prestatori privati ​​hanno fondamentalmente bisogno di un quadro ampio delle realtà di base dell’azienda che richiede il prestito. A differenza delle banche, tutte le decisioni non si basano sulle dichiarazioni della piccola impresa.

Mentre le banche e i prestatori privati ​​possono avere un modo diverso di vedere le cose, i prestatori privati ​​si preoccupano di garantire che le realtà di base della piccola impresa siano come dovrebbero essere. Le banche fanno molto affidamento sui rendiconti finanziari quando raggiungono una conclusione relativa al finanziamento di un’impresa.

Caratteristiche del processo di richiesta del prestito MCA

Mentre è possibile che ti venga chiesto il tuo punteggio di credito anche quando stai per richiedere un finanziamento privato. Il punteggio di credito non è un fattore determinante per un MCA. Questi prestiti sono prestiti non garantiti e di conseguenza non sono richieste garanzie e garanzie.

Quando i punteggi di credito, le garanzie e i titoli non frenano le piccole imprese, la possibilità di ottenere finanziamenti è molto più alta. Queste sono le aree deboli di base della maggior parte delle piccole imprese, che ostacolano la loro capacità di ottenere finanziamenti in grandi quantità. Quando queste aree deboli vengono rimosse tra un piccolo imprenditore e il finanziamento che cercano, il processo diventa molto più agevole per loro.

La garanzia è qualcosa che la maggior parte dei proprietari di piccole imprese trova difficile da mostrare. In genere, solo con un prestatore privato un piccolo imprenditore può aspettarsi di ricevere un anticipo in contanti aziendale con un cattivo credito.

Un’altra grande caratteristica è il fatto che anche i proprietari di piccole imprese possono ricevere i finanziamenti di cui hanno bisogno molto rapidamente. Il più veloce che un imprenditore può ricevere il denaro nel proprio conto aziendale è di 48 a 72 ore, dal momento in cui presenta una domanda completa. Al più tardi questo lasso di tempo sarebbe una settimana o due. Le banche, d’altra parte, non hanno alcuna fretta di fornire finanziamenti alle imprese e un lasso di tempo realistico sarebbe un paio di mesi per ricevere i soldi.

Costruisci un piano di marketing di successo – 15 fattori chiave di successo aziendale

Ogni piano di marketing deve includere un’analisi del settore. Come mai? Perché è di fondamentale importanza comprendere il settore in cui operi e identificare e monitorare le tue prestazioni in base ai fattori chiave di successo aziendale (KSF) per la tua organizzazione.

Comprendere il tuo settore e identificare i tuoi KSF aiuterà a costruire un piano di marketing di successo; uno basato su progressi e risultati misurabili. Un fattore chiave di successo è un elemento di un insieme che influisce sulla capacità della tua azienda di fare bene nel tuo mercato.

La maggior parte delle aziende si concentra da tre a cinque dei fattori di successo più importanti (per la propria attività). Di volta in volta, o di anno in anno, questi fattori chiave di successo possono cambiare, man mano che il settore o il mercato cambiano.

15 esempi di fattori chiave di successo aziendale (e questo non è un elenco completo) sono:

  1. Numero di nuovi clienti all’anno;
  2. Numero di clienti persi all’anno OPPURE il numero di clienti mantenuti (è importante comprendere e misurare regolarmente il valore della vita del cliente potenziale per ciascun cliente);
  3. Assumere e trattenere dipendenti eccellenti (misurati in base al turnover dei dipendenti, posti vacanti, soddisfazione del cliente);
  4. Introduzione di nuovi prodotti di successo (misurata in base alle vendite e ai costi);
  5. Programmi promozionali di successo (misurati dalle vendite e dai costi);
  6. Indicatori finanziari buoni/sani: ad esempio, capitale circolante, rapporti accettabili (in particolare rapporti debito/patrimonio netto), margini di profitto, flusso di cassa, crediti e altro;
  7. Se nell’industria manifatturiera, elevato utilizzo della capacità operativa;
  8. Forte rete di fornitori;
  9. Rete o canale di distribuzione forte;
  10. Posizionamento del prodotto di successo;
  11. Struttura a basso costo;
  12. Prodotto/servizio di nicchia: tieni traccia del numero di concorrenti che entrano e/o escono dalla nicchia. Il costo di ingresso nel mercato è alto o basso?
  13. Leader di mercato o seguace o sfidante, e la tua posizione di mercato relativa e perché? Sei in grado di sostenere quella posizione se sei sotto “attacco”?
  14. Differenziazione del prodotto: hai vantaggi tecnologici o di servizio che altri non possono copiare facilmente? Quanto è unico e differenziato il tuo prodotto o servizio?
  15. Time to market: il tuo prodotto o servizio può essere consegnato rapidamente e facilmente; dal primo contatto al tempo spedito e successivamente fatturato?

Una volta identificati i tuoi KSF specifici, costruisci strategie attorno a tali fattori e integra tali strategie nei tuoi piani di marketing e aziendali per garantire il successo aziendale. Sviluppa programmi di misurazione per aiutarti a monitorare i tuoi progressi rispetto ai fattori di successo. Devi anche valutare la concorrenza e vedere se i fattori chiave di successo dei tuoi concorrenti sono simili o diversi dai tuoi (a seconda dei tuoi punti di forza e di debolezza e delle tue strategie di marketing e commerciali, potrebbero essere molto diversi). Un modo per confrontare e valutare è fare un’analisi della forza competitiva; scopri quali sono i punti di forza e di debolezza dei tuoi concorrenti e costruisci di conseguenza la tua strategia competitiva. (Un esempio di analisi swot può mostrarti come analizzare i punti di forza, i punti deboli, le opportunità e le minacce che la tua azienda deve affrontare.)

Ad esempio, se fidelizzare i clienti esistenti è un fattore chiave di successo, il tuo obiettivo aziendale deve essere aumentare le vendite con i clienti esistenti. Come si fa a farlo? Innanzitutto, fai un sondaggio sulla soddisfazione dei clienti per valutare quanto siano soddisfatti (o meno) i tuoi clienti esistenti. Quindi determina cosa deve essere cambiato e su cosa devi concentrarti. Assicurati di capire come i tuoi clienti hanno scelto tra i concorrenti: è il prezzo, il servizio, la qualità, la conoscenza, l’affidabilità, le relazioni o tutti questi fattori? Quali attributi di prodotto o servizio sono più importanti per i tuoi clienti? Qual è la differenza unica tra il tuo prodotto o servizio e il prodotto o servizio della concorrenza (dal punto di vista del cliente)?

Una volta identificati i tuoi fattori chiave di successo; dispositivi di misurazione costruiti per seguirli; valutato e confrontato i KSF della concorrenza e del settore; costruito le tue strategie e i tuoi obiettivi nei tuoi piani di marketing e aziendali (uff!); devi agire! Costruisci la tua attività su questi fattori chiave di successo.

10 cose che i nuovi imprenditori devono sapere

Avviare un’impresa può essere costoso e complesso a seconda del tipo di attività che si avvia. Un piano aziendale strategico ti aiuta a rispondere a domande come quali sono le mie risorse di capitale, come il mio prodotto o servizio raggiungerà il mercato o come gestirò le mie operazioni quotidiane. Questi sono problemi molto importanti per qualsiasi start-up e devono essere affrontati, tuttavia ci sono altri “must know” che sono altrettanto critici per il successo di una nuova attività.

La prima, che è la forma di business corretta da scegliere, potrebbe avere un impatto significativo sui tuoi profitti. Questo perché diverse forme di business sono tassate in modo diverso. Le varie forme di strutture aziendali includono l’unico proprietario, LLC, Partnership, S-Corporation o C-Corporation. Ognuno con il proprio insieme di regole, in quanto si riferisce a come si pagano le tasse. La considerazione successiva, se dovrei ottenere un numero di identificazione del datore di lavoro (EIN) è stato un argomento popolare tra le start-up. In generale, indipendentemente dalla forma della tua attività, richiedere e ottenere un EIN è un must. Questo perché nel corso della conduzione degli affari molto probabilmente effettuerai determinati pagamenti che richiedono la restituzione delle informazioni. I moduli utilizzati per segnalare questi pagamenti devono includere il numero di identificazione del beneficiario.

Un’altra considerazione importante è decidere il tuo anno fiscale. Un anno fiscale di solito è composto da dodici mesi. L’IRS consente due tipi di anni d’imposta. Il primo è l’anno solare, che inizia il 1° gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno. Il secondo è l’anno fiscale. “Un anno fiscale è di 12 mesi consecutivi che terminano l’ultimo giorno di qualsiasi mese tranne dicembre. Un anno fiscale di 52-53 settimane è un anno fiscale che varia da 52 a 53 settimane ma non deve terminare l’ultimo giorno di un mese” (IRS pub 538). Sebbene la maggior parte delle start-up scelga l’anno solare, è bene capire la differenza tra i due. Una volta che la tua attività cresce, potrebbe diventare prudente passare all’anno fiscale a causa di molti potenziali vantaggi fiscali che potrebbero derivare di conseguenza.

Le prossime tre considerazioni includono i proprietari di aziende che sanno quale tipo di tassa federale e statale saranno tenuti a pagare, quali moduli fiscali è necessario presentare e come contabilizzare correttamente i dipendenti, in relazione alle imposte. L’IRS richiede diversi moduli aziendali per presentare diverse dichiarazioni dei redditi (Programma C, 1120, 1102s, 1065) in momenti diversi durante il periodo di deposito. Inoltre, a seconda che si disponga di dipendenti W-2 o di un appaltatore indipendente, si applicheranno i requisiti di restituzione delle informazioni di tipo diverso. Potresti anche dover affrontare obblighi di dichiarazione e pagamento dell’imposta sulle vendite statali e locali. È anche importante perché è stato affermato che è una delle aree più problematiche per le start-up di piccole imprese.

Infine, comprendere il metodo di contabilità corretto (contanti vs ratei), quali spese aziendali sono deducibili e quali registri tenere e per quanto tempo sono gli ultimi tre “must know”. A seconda del metodo contabile scelto, potresti pagare più tasse di quanto dovresti. Fare questa determinazione richiede una buona comprensione dei metodi contabili disponibili e di come tali metodi influenzano la tua situazione specifica. Capire quali spese sono deducibili ti aiuterà con una corretta tenuta dei registri, oltre ad aiutare il tuo professionista fiscale a massimizzare i tuoi crediti e le tue detrazioni. Ricorda, un professionista delle tasse generalmente si limita alle informazioni che fornisci. I professionisti fiscali possono comprendere le implicazioni di determinate detrazioni, ma non sanno senza il tuo contributo che tali detrazioni si applicano.

Hosted VoIP – Cambiare il panorama delle comunicazioni aziendali

Ogni giorno, le aziende di tutta l’America stanno cercando di realizzare la stessa cosa per migliorare le loro attività. Che siate una tipica PMI “mamma e papà”, un’azienda di medie dimensioni con 250 dipendenti o un’impresa Fortune 100, condividete tutti gli stessi quattro obiettivi di base. 1) Ridurre i costi. 2) Aumentare le entrate. 3) Diventa più flessibile alle mutevoli condizioni del mercato e 4) Riduci il rischio di interruzioni del tuo modello di business. In poche parole, ogni azienda desidera un modo migliore per realizzare le proprie strategie di “Business Continuity”.

Quindi, in che modo queste varie aziende stanno raggiungendo questi obiettivi elevati? Uno dei modi più rapidi e semplici per affrontare tutti e quattro gli elementi contemporaneamente è capire che la tecnologia ha cambiato ancora una volta il modo in cui facciamo affari… in meglio, e ora è il momento di abbracciare il cambiamento.

Le aziende di oggi (e di domani) stanno cambiando il modo in cui comunicano tra loro. Sono finiti i dinosauri i vecchi e costosi modelli di comunicazione. Per quelli di noi che sono disposti a mostrare la nostra età, puoi ripensare ai giorni della costosa interurbana. Ricorda quando chiedi di usare il telefono di casa o di lavoro di qualcuno e la persona che paga il conto fa sempre la stessa domanda: “Stai chiamando a lunga distanza?” Per fortuna, con lo scioglimento di Ma-Bell negli anni ’90, la concorrenza ha ridotto i costi a $ 0,03 gestibili al minuto dalla norma dell’epoca, dove era di circa $ 0,40 al minuto.

La transizione è arrivata di nuovo con l’avvento di Internet, e poi della posta elettronica, e di nuovo con le chiamate in conferenza ei servizi mobili. Ogni nuova tecnologia ha certamente sperimentato i suoi ostacoli lungo la strada, e ognuna ha impiegato del tempo prima che le masse le adottassero, ma alla fine, ogni nuovo passo ci ha avvicinato ai quattro obiettivi sopra menzionati. Costi ridotti, aumento delle entrate, flessibilità del mercato e riduzione del rischio di tempi di inattività.

Oggi, la tecnologia ci ha benedetto con un altro progresso. Negli ultimi dieci anni o giù di lì, abbiamo assistito all’avvento delle tecnologie Cloud e Hosted. Quello che era iniziato come una lenta scansione si è accelerato fino a diventare uno sprint a ritmo di Usain Bolt nei progressi tecnologici, grazie al cloud computing. Come è la norma, ci vogliono sempre alcuni anni prima che le masse capiscano e a loro volta adottino queste nuove tecnologie, ma una volta che succede non si torna indietro. Ecco dove siamo oggi e, fortunatamente, per le aziende che desiderano potenziare la propria tecnologia o sfruttare l’impressionante catalogo di set di funzionalità (ora standard nella maggior parte delle offerte), i propri obiettivi di continuità aziendale sono finalmente a portata di mano.

Se non hai già iniziato la transizione per sostituire il tuo vecchio sistema telefonico fatiscente basato su PRI, allora stai facendo un enorme disservizio alla tua attività, e questo è un eufemismo espresso con delicatezza. Certo, vedi il tuo vecchio sistema telefonico come una risorsa, qualcosa che possiedi, che è tangibile e tuo, ma se ci pensi oltre l’ovvio, cosa ha fatto il tuo sistema telefonico per te ultimamente? Sono sicuro che squilla e può effettuare una chiamata per te, ma cosa accadrebbe se potessi far squillare il tuo interno in qualsiasi luogo che stai visitando per il giorno, o anche suonare contemporaneamente con il tuo dispositivo mobile? Non perdere mai la chiamata di un potenziale cliente ti aiuterà drasticamente ad aumentare le tue entrate. Oppure, considera la quantità di tempo che impieghi ogni mese per comprendere e rettificare la tua fatturazione cartacea. Le tue tariffe vengono tutte fatturate correttamente per ogni tipo di chiamata che effettui? Dubbio, ma immagina di avere un portale online che monitora ogni singola chiamata, da e verso (fino al livello di interno), in modo da non solo sapere da dove stanno chiamando i tuoi clienti e con chi stanno parlando, ma anche assicurarti che ogni chiamata in uscita è effettivamente incluso, GRATUITAMENTE, con il sistema? Questa è sia riduzione dei costi che flessibilità.

Hai mai dovuto chiudere in caso di maltempo? Il tuo concorrente che già utilizza i servizi Hosted VoIP non l’ha fatto, perché quando si è svegliato per trovare 6 piedi di neve per terra, ha semplicemente aperto il suo smartphone, ha effettuato l’accesso al portale e con un clic di un pulsante, ha reindirizzato tutto delle loro chiamate agli override di emergenza prestabiliti, in tempo reale! Indovina un po’, non hanno mai perso un dollaro di entrate esistenti e, meglio ancora, hanno persino guadagnato le tue entrate perse, perché erano aperte mentre la tua azienda era chiusa.

Il malinteso più comune quando si considera un PBX VoIP in hosting è il prezzo. La maggior parte teme che un sistema di comunicazioni unificate così avanzato (ed è quello che è veramente; questo non è il sistema telefonico di tuo nonno) abbia un prezzo come i vecchi sistemi telefonici, con un enorme esborso di capitale, tenendo a bada i tuoi affari fino a quando non hai un po’ di sorta di ROI. Questo è palesemente errato. Gli odierni PBX VoIP in hosting costano poco o nulla in anticipo e vengono semplicemente addebitati mensilmente proprio come la bolletta telefonica di una volta.

Incluso nei costi mensili sono il tuo nuovo sistema telefonico e ricevitori, tutto l’utilizzo (le chiamate nazionali sono generalmente GRATUITE o ILLIMITATE), dozzine di funzioni e opzioni di posta vocale, assistenti automatici, aggiornamenti software, riparazione di guasti, installazione, formazione, intuitivo amministrazione e portali utente (per gestire il servizio, pagare la bolletta, chattare, monitorare gli interni e persino visualizzare i problemi in tempo reale!) e una varietà di altri campanelli e fischietti. La cosa migliore è che questi sistemi, generalmente valutati in base al numero di telefoni ordinati, sono di solito entro il 15% della spesa corrente totale!

Quindi, la prossima volta che hai una riunione del personale o del budget e stai cercando di determinare come raggiungere i tuoi quattro obiettivi principali (di nuovo) – Aumentare le entrate, Diminuire i costi, Diventare più flessibile e Ridurre il rischio di tempi di fermo – Ti consiglio di prendere una buona occhiata a Hosted VoIP PBX come opzione. L’unico inconveniente è che non l’hai fatto prima.

Circa l’autore:

Jeff Keane, 38 anni, è un esperto di servizi di telecomunicazioni aziendali, con oltre 15 anni di esperienza nel settore. Jeff è spesso il rappresentante di vendita più produttivo della sua azienda e nel corso della sua carriera ha aiutato migliaia di clienti a risparmiare milioni di dollari all’anno implementando i suoi consigli per vari servizi voce, dati, VoIP, IT e cloud. Jeff vive nel sud del New Jersey con sua moglie Brandy, 36 anni, e due figli, Ryan Christopher, 14, ed Emma Grace, 10. Jeff è un appassionato appassionato di sport e gode anche di una varietà di musica, arte, cibo e tecnologie.

Come concludere amichevolmente una relazione d’affari

A volte diventa necessario porre fine a un rapporto d’affari. Non significa necessariamente che qualcosa non va nella persona come essere umano, ma può significare che entrambi siete diventati troppo grandi l’uno per l’altro.

Motivi per terminare una relazione con un cliente

1. Fanno richieste irragionevoli

Ricorda che ciò che è irragionevole per te è ragionevole per loro, quindi è meglio non confrontarsi con loro su questo comportamento, ma piuttosto cercare di porre dei limiti. Se provi a stabilire dei limiti e loro non te lo permettono, potrebbe essere il momento di porre fine alla relazione perché non sei adatto.

2. Continuano a cercare di farti ridurre le tariffe

Chiunque sia d’accordo su una tariffa, quindi continua a cercare di dissuaderti, non rispetta i tuoi affari. Potrebbero persino pensare a te come a un dipendente o a una responsabilità invece che a un partner nella loro attività. Se il problema della retribuzione si presenta spesso, potrebbe essere una buona idea andare avanti.

3. Pagano lentamente

Qualsiasi cliente che non pagherà in tempo in modo coerente è una responsabilità per la tua attività e il tuo flusso di cassa. Se hai un accordo per essere pagato in un certo modo, dovresti essere pagato. Dai un avvertimento al tuo cliente e imposta tre strike e sei fuori regola.

4. Non ascoltano

Quando un cliente ti assume come esperto nella tua nicchia ma non ascolterà nulla del tuo contributo, ma vuole comunque che tu sia responsabile del ROI, hai un problema serio che deve essere risolto. Se non riesci a risolverlo, lasciali andare.

5. Non rispondono

Se chiedi informazioni e non te le daranno mai o sei spesso in ritardo con le informazioni e influisce sul modo in cui svolgi i tuoi compiti, potrebbe essere meglio lasciare andare il cliente. La loro mancanza di risposta può rovinare il tuo programma e influenzare non solo il lavoro che fai per loro, ma anche il lavoro che fai per gli altri.

6. Sono irrispettosi

Quando senti che qualcuno ti manca di rispetto, chiedigli se sta dicendo quello che pensi stia dicendo in modo che possa chiarire. Se sono irrispettosi, è ora di separarsi.

I modi migliori per porre fine alla relazione con il cliente

1. Guarda il tuo contratto

Controlla il contratto per vedere quali sono le regole e i metodi per porre fine alla relazione e attieniti a quello.

2. Tienilo in relazione con gli affari

Anche se a volte porre fine a una relazione con un cliente sembra personale, è meglio se non diventi personale ma mantieni tutto sul lavoro.

3. Dare avviso

Nella maggior parte dei casi è meglio dare un preavviso in base al contratto. Di solito si tratta di un mese di preavviso. Ma, se la relazione è controversa, potresti provare a farla finita prima.

4. Rimborsa denaro

Se lavori su un acconto, assicurati di rimborsare qualsiasi parte del denaro che non hai ancora guadagnato. Anche se il tuo contratto dice che non offrirai rimborsi, è meglio farlo perché partirai con una nota più alta.

Gli affari da casa diventano facili

Tutti vogliono avviare un’attività in proprio e diventare il capo di se stessi, ma molti non sanno come farlo. Esistono diversi tipi di attività da casa. Società di servizi, vendita di prodotti e attività domestiche basate sul web, solo per citarne alcune.

In questo articolo, ti guiderò attraverso il processo di avvio della tua attività da casa online. Cercherò di eliminare parte del mistero del processo. Seguendo questa linea guida, sarai operativo in pochissimo tempo senza fare un enorme investimento.

Innanzitutto, devi sapere cosa farà la tua attività. Fornirà un servizio? Hai intenzione di vendere prodotti? Questi sono i due tipi generali di attività online da casa di cui parlerò in questo articolo.

Se hai intenzione di fornire un servizio, che tipo di servizio fornirai? Sarà fornito alle persone che possiedono siti web? Sarà un servizio alla portata di tutti o sarà limitato alla tua zona?

Fai domande simili se prevedi di vendere un prodotto. Sarà un prodotto che vendi e consegni a livello locale, nazionale o internazionale? Se scegli in giro per il mondo, sai qualcosa sulla spedizione del tuo prodotto all’estero? Lo stesso vale per la consegna nazionale. Conosci i costi associati alla consegna del tuo prodotto ovunque nel paese in cui vivi?

Dopo aver risposto a queste domande, avrai un’idea più chiara di come verrà modellata la tua attività sul web da casa.

Allora avrai bisogno di un nome di dominio. La maggior parte delle persone pensa che il nome della propria attività sia il modo migliore per ottenere un nome di dominio, tuttavia, un nome di dominio generico con parole chiave associate al tuo prodotto o servizio ti servirà molto meglio. Puoi anche registrare il nome della tua azienda come nome di dominio e indirizzarlo al tuo sito web, ma non è necessario.

Il nome di dominio generico può aiutarti con il traffico dei motori di ricerca e può essere più memorabile. Questo è solo uno dei tanti fattori che ti aiuteranno con l’ottimizzazione dei motori di ricerca, ma è un passaggio che dovresti fare all’avvio. Esempio: Cars.com è un nome di dominio migliore di Ford.com, anche se Ford ha speso milioni per la pubblicità e il branding stesso. Anche cheapusedcars.com è migliore perché le persone lo cercheranno.

Devi trovare un buon registrar di nomi di dominio, non un registrar di domini economico. Economico significa economico nel campo dei nomi di dominio. Il tuo nome di dominio è importante. Spendere $ 25 all’anno in un registrar che offre più servizi e qualità VS spendere $ 10 o meno in un registrar economico è ciò di cui stiamo parlando qui. Se questi $ 15 in più all’anno creeranno o distruggeranno la tua attività da casa, allora forse non dovresti avviarne una.

Allora avrai bisogno di un servizio di web hosting. Ancora una volta, più economico non è meglio. Ci sono buoni servizi di hosting per $ 100 all’anno o anche un po’ meno. Chiunque ti offra hosting a un prezzo inferiore dovrebbe far scattare una bandiera rossa. Scegli e paga per almeno un anno, così come hai registrato il tuo nome a dominio. Se stai andando con un piano mensile, probabilmente non sei completamente impegnato nella tua nuova attività da casa.

Ora hai il tuo nome di dominio e l’hosting del tuo nuovo sito web, ma dov’è il sito web e come posso ottenerlo? Hai diverse opzioni. Puoi imparare l’HTML e crearne uno tuo. Puoi utilizzare un editor WYSIWYG come FrontPage per creare il tuo sito web. Puoi assumere qualcuno per costruire il tuo sito web per te.

Innanzitutto, parliamo dell’apprendimento dell’HTML per creare il tuo sito web per la tua attività da casa. C’è una curva di apprendimento qui. Questa è l’opzione migliore delle tre che ho menzionato sopra, ma ci vuole tempo per imparare. Probabilmente non sarai operativo tra qualche giorno con questa opzione. A lungo termine, ti farà risparmiare un sacco di soldi per imparare l’HTML e costruire i tuoi siti web. Più siti web hai nel tuo portafoglio, più ne avrai almeno uno che sarà un grande vincitore. Scrivere il tuo codice significa che puoi creare un nuovo sito tutte le volte che vuoi.

Quindi crea il tuo sito web aziendale da casa con un editore WYSIWYG. (Quello che vedi è quello che ottieni). Questi editor sono simili alla creazione di un documento. Tutto è visivo e non è necessario

Codifica un pezzo.

Quindi assumere un web designer per costruire il tuo sito web aziendale è un’altra opzione. Un designer di siti web professionista sa come dare al tuo sito web l’aspetto e la sensazione di cui hai bisogno. Tuttavia, fai attenzione quando scegli un web designer. Aggiungerò alcune cose di cui devi essere consapevole qui;

1. Se dicono che registreranno il nome di dominio per te, rispondi di no. La registrazione di un nome di dominio non è tecnicamente difficile. Fallo da solo. Molti web designer registrano il nome di dominio nel posto più economico che riescono a trovare, quindi ti addebitano $ 100 o più all’anno per il nome di dominio. Poi, molti di loro lo registrano a proprio nome! Questo ti causerà enormi problemi se decidi di smettere di usare i loro servizi. Il nome di dominio dovrebbe essere sempre a tuo nome.

2. Chiedi loro quale programma usano per costruire il tuo sito web. Se useranno FrontPage o Dreamweaver o un altro editore WYSIWYG, puoi anche creare il tuo sito web aziendale. Se non scrivono HTML da zero, allora non dovrebbero essere nel business del web design.

3. Se vogliono fatturarti mensilmente per gestire il tuo sito web, fai attenzione. Non firmare contratti annuali. Il loro compito è costruirti un sito web aziendale. Lascia che si attacchino a quello. La maggior parte dei designer sono solo designer. Non sono guru dei motori di ricerca, leader aziendali o altro. Assumi un designer per progettare e altri per fare ciò in cui sono bravi.

4. Non lasciare che parlino di funzionalità che non ti servono. Proprio come i venditori di auto usate, cercheranno di farti aggiungere un sacco di campane e fischietti di cui non hai bisogno.

5. Un sito web con brochure è fondamentalmente progettato per far sapere alle persone quali prodotti o servizi stai fornendo e per contattarti per ulteriori informazioni. Di solito è una pagina principale, una pagina su e una pagina di contatto. Non dovrebbe costarti più di $ 500.

6. Se hai intenzione di aggiungere la possibilità di acquistare il tuo prodotto o servizio pagandolo tramite il tuo sito Web aziendale da casa, allora diventa un sito Web di e-commerce. Ancora una volta, presta attenzione ai campanelli e ai fischietti che il venditore del sito web usato sta cercando di venderti. PayPal è una buona opzione quando inizi. Puoi ottenere facilmente un account PayPal. Puoi creare i tuoi pulsanti di acquisto e inserirli nel tuo sito web con il codice che forniscono senza essere un guru HTML. Puoi anche impostare gratuitamente i costi di spedizione e tutto il resto tramite PayPal. Fanno pagare piccole percentuali per vendita, ma i servizi che forniscono ne valgono la pena. Inoltre, non hanno costi di installazione o canoni mensili come altre soluzioni di e-commerce. Quando il volume delle tue vendite raggiunge le migliaia di dollari al mese, puoi cercare una soluzione migliore, ma fino ad allora usa PayPal.

7. Un vecchio adagio tra chi fa soldi sul web è “Il primo lo si costruisce per lo spettacolo e il resto per la pasta”. Cosa significa questo? Probabilmente all’inizio sarai molto preoccupato per l’aspetto del tuo sito web, ma il design è l’aspetto meno importante della tua attività sul web da casa. Molti non saranno d’accordo, ma a chi importa? Lasciatemelo ripetere, il design è l’aspetto meno importante della vostra casa d’affari. Un bel sito web senza traffico diventa ogni giorno più brutto. Un brutto sito web con il traffico che fa soldi diventa più bello di un dollaro. Crea un budget totale per la tua attività sul web da casa. Non spendere più del 30% di questo budget in design. Spendi il resto della promozione del tuo sito web, della pubblicità e di altre azioni che ti portano clienti. Non lasciare che un designer ti dica che il suo design è più importante del successo della tua attività da casa.

Ora che il tuo nome di dominio, hosting e sito web sono attivi e funzionanti, ora hai bisogno di clienti. Dove le trovi? Ho il mio sito web, non mi troveranno adesso? NO, non lo faranno.

Ci sono molte cose che puoi fare per ottenere traffico. Puoi acquistare AdWords da Google, MSN (disponibile a breve) o Yahoo. Questo ti invia traffico da persone che cercano parole chiave specifiche. Presta attenzione alle offerte e imposta i limiti di spesa finché non vedi quali parole chiave ti faranno guadagnare.

Panoramica sull’assicurazione di responsabilità civile generale per le piccole imprese: una guida rapida alle polizze per principianti

Ogni azienda ha le sue esigenze, ma vuoi comunque assicurarti di essere coperto da un’assicurazione, non importa quanto piccola sia la tua azienda. In breve, l’assicurazione di responsabilità civile generale per le piccole imprese tende a coprire cose come la responsabilità personale per i membri e le conseguenze associate a richieste di risarcimento da parte di terzi per danni alla proprietà. Puoi aggiungere ulteriori elementi di lesioni mediche per te stesso e danni per la tua proprietà.

Quando esamini le politiche CGL, vedrai termini come “Limite aggregato generale”. Ciò si riferisce a pubblicità o lesioni personali, pagamenti medici e/o danni da incendio. La “copertura operativa” si riferisce alla copertura di base offerta per danni alla proprietà e lesioni personali dovute a negligenza tua o di un dipendente.

Potresti anche vedere “Limite prodotti e operazioni completate” a seconda della tua linea di lavoro. Questa copertura include la protezione per coloro che fabbricano o vendono un particolare prodotto o sono appaltatori che forniscono servizi. Se si verifica un danno e il tuo prodotto o servizio negligente potrebbe essere responsabile, dovrai ovviamente affrontare una causa. Questo è un tipo di limite aggregato separato e le rivendicazioni per sua natura non ridurranno il Limite aggregato generale, sebbene sarà comunque soggetto a limiti come “Limite per occorrenza” per ciascuna richiesta.

Assicurazione di responsabilità generale per i limiti e i reclami di piccole imprese

Il “Limite per occorrenza” si riferisce all’importo massimo che la polizza pagherà per un singolo sinistro derivante da lesioni personali o pubblicitarie / operazioni / prodotti e operazioni completate. Ciascuna di queste affermazioni diminuirà il limite aggregato separato.

Alcuni altri termini che troverai includono lesioni personali e pubblicitarie, danni da incendio, pagamenti medici, lesioni personali e danni a proprietà di terze parti, che sono tutti autoesplicativi.

Anche il tuo settore avrà un ruolo nel tipo esatto di copertura di cui hai bisogno. Quando cerchi un’assicurazione di responsabilità civile per le piccole imprese, verifica se è disponibile un’assicurazione su misura. Scegli un’azienda specializzata in attività come la tua e disponi di una copertura su misura per i rischi prevalenti nel tuo campo specifico. Considera i rischi che probabilmente dovrai affrontare e che potrebbero non essere coperti da una GCL o da una polizza del proprietario dell’attività (BOP) e includi tali rischi nella tua copertura.

Un’altra cosa molto importante da cercare è la reattività dei reclami. solo ottenere assicurazione di responsabilità civile generale per le piccole imprese da un’azienda che ha molte recensioni positive, in particolare per quanto riguarda i tempi di risposta ai reclami. I reclami dovrebbero essere facili e veloci da elaborare. Un fornitore in particolare con cui iniziare è Hiscox Business Insurance. Le tariffe sono convenienti, il processo di reclamo è veloce e Hiscox offre preventivi gratuiti e istantanei sul suo sito web.

Garantire un prestito per piccole imprese

L’insufficienza di fondi è uno dei principali motivi per cui l’80% delle imprese fallisce entro il primo anno e mezzo. In qualità di imprenditore, non solo devi coprire tutte le spese operative, ma il tempo e gli sforzi necessari per avere successo significano che quasi sicuramente dovrai dire addio al tuo lavoro quotidiano e ai regolari assegni paga. A meno che tu non abbia risparmiato abbastanza per pagare tutto almeno 18 mesi, probabilmente dovrai trovare altre fonti di finanziamento.

Tuttavia, qui incontriamo un altro problema. Un recente sondaggio citato dal Credit Union Times ha mostrato che solo circa un quinto dei proprietari di piccole imprese – per inciso circa lo stesso tasso di imprese di successo – si affida a un prestito per le piccole imprese. Il sondaggio ha mostrato che il 62% aveva paura di prendere un prestito e quasi un quarto degli intervistati pensa che non sarebbe stato approvato per uno. UN Il documento di lavoro della Harvard Business School di Karen Mills (amministratore della US Small Business Administration fino al 2013) ha mostrato statistiche ancora più scoraggianti. Le banche continuano ad applicare misure che limitano i prestiti alle piccole imprese dopo la crisi finanziaria, poiché tali prestiti sono generalmente sempre più rischiosi di quelli alle grandi imprese. I prestiti pari o inferiori a 1 milione di dollari – dominio delle piccole imprese – sono diminuiti del 21% dal 2008. Questi prestiti costituivano la metà di tutti i prestiti bancari nel 1995, ma solo il 30% nel 2012.

Quindi cosa puoi fare per avere maggiori possibilità di ottenere un prestito?

Come dice il proverbio, “Il diavolo è nei dettagli”. Dati i requisiti più severi delle banche, dovrai elaborare un piano molto convincente che dimostri che la tua attività realizzerà davvero un profitto. Ogni numero presentato deve essere supportato da prove concrete o almeno da alcune proiezioni realistiche supportate da ricerche approfondite. Ci deve anche essere un piano chiaro su dove andranno i soldi e come influenzeranno il successo della tua attività.

Oltre a questo, verranno esaminate anche tutte le tue finanze personali, quindi assicurati che le tue tasse, ipoteche, carte di credito, attività e passività e persino le tue credenziali siano tutte perfettamente pulite e in ordine.

La linea di fondo è che, se credi nella tua idea imprenditoriale e fai la dovuta diligenza necessaria per elaborare un budget e un piano aziendale solidi, non ci dovrebbero essere motivi per negare un prestito alle piccole imprese. Altrimenti, potresti voler riconsiderare la possibilità di lasciare il tuo lavoro quotidiano.

Avvocati di diritto commerciale

Questo professionista offre consulenza legale a persone che sono coinvolte in tutti gli aspetti e le fasi di qualsiasi attività commerciale. Alcune delle cose che fanno gli avvocati di diritto commerciale includono:

• Assicurarsi che vi sia conformità a tutte le leggi commerciali locali. Se fanno affari a livello internazionale, si assicureranno di rispettare anche queste leggi.

• Offrire consulenza e presentare moduli per ogni fase dalla costituzione di un’impresa allo scioglimento, se necessario,

• Gestire le cause

• Rivedere e scrivere contratti

• Creare manuali per il personale

• Applicare politiche o linee guida

• Coprire tutte le comunicazioni con i media

Un lavoro importante di tali avvocati è la formazione di una nuova attività. Se c’è più di un proprietario, li consiglieranno sul tipo di attività che stanno creando. Potrebbe essere una società di persone, società o società a responsabilità limitata. Quando si forma un’impresa di qualsiasi tipo, ciò comporta una comprensione concreta delle responsabilità e delle implicazioni fiscali di ogni tipo di attività. Una volta costituita l’attività, l’avvocato può essere responsabile della presentazione di tutte le relazioni annuali e di altri moduli coinvolti nell’attività presso le diverse agenzie governative.

Molte volte le aziende utilizzeranno un tale avvocato quando vogliono terminare o sciogliere la loro attività. Questo viene fatto per garantire che le linee guida di scioglimento prestabilite siano seguite correttamente. L’avvocato può anche gestire nuove questioni come un pegno, un gran numero di beni o un debito insoluto. Gli avvocati di diritto commerciale possono anche dare consigli su alcuni degli avvenimenti quotidiani in un’azienda. Potrebbe essere richiesto loro di sviluppare linee guida per il personale delle risorse umane in merito al licenziamento e all’assunzione di dipendenti. Se un dipendente ritiene di essere stato molestato sessualmente, discriminato o licenziato ingiustamente, può gestire la causa se ne è stata intentata una. Potrebbero lavorare per conto del dipendente o del datore di lavoro.

A volte gli imprenditori chiamano avvocati di diritto commerciale se hanno domande su modi specifici per risparmiare denaro, ad esempio se dovrebbero possedere o affittare un edificio. Potrebbero anche chiedere consigli su dove possono condurre la propria attività per evitare di dover pagare tasse elevate, il che è particolarmente vero se stanno pensando di espandere la propria attività a livello internazionale.

Alcuni avvocati di diritto commerciale hanno familiarità con le leggi sui brevetti, quindi se un’azienda ha sviluppato un prodotto può contattare un avvocato per proteggere i propri interessi depositando un brevetto. Se l’avvocato conosce le leggi sulla proprietà intellettuale, gli potrebbe essere chiesto di aiutare un marchio commerciale con il nome del prodotto o il nome della sua attività. Gli avvocati di diritto commerciale possono fungere da portavoce delle imprese se una causa in cui sono coinvolti cattura l’attenzione dei media.

Assicurazione aziendale 101: cosa devi sapere

Quindi hai iniziato la tua attività. Hai visto un buco nel mercato o ti è venuta in mente una nuova brillante idea. Hai delle cose in corso e forse hai anche iniziato a fare un po’ di soldi. Bene, prima di fare un ulteriore passo avanti, è tempo di pensare all’assicurazione per la tua attività. Dopotutto, hai corso un grosso rischio nell’avvio della tua azienda e ciò significa che devi mitigare quei rischi nel miglior modo possibile.

Il fatto intransigente sulla copertura e le imprese è che ne hai bisogno. Tutto ciò che hai per la tua attività, dai veicoli alla responsabilità di base, richiede un’assicurazione. Senza di essa, potresti mettere in pericolo tutto ciò che hai costruito, esporti a problemi finanziari paralizzanti o persino violare la legge. Ma non preoccuparti, ecco alcune nozioni di base sulla copertura della tua attività che possono aiutarti a ottenere la protezione di cui hai bisogno per avere successo.

Tipi di assicurazioni aziendali

La prima cosa che devi capire sulla copertura e sulla tua attività sono i diversi tipi che esistono. A seconda della tua attività, potresti aver bisogno di tipi specifici di assicurazione. In generale, la copertura aziendale può essere suddivisa in tre grandi categorie: assicurazione per proprietari o partner e dipendenti chiave, copertura per guadagni e proprietà aziendali e assicurazione per responsabilità. Ecco una ripartizione di ogni tipo diverso.

Assicurazione per imprenditori, partner e dipendenti chiave

Se possiedi un’attività, hai bisogno di tipi specifici di copertura a seconda di come è impostata la tua attività. Questi possono includere, ma non sono limitati a:

• Assicurazione sulla vita – Questa copertura protegge la tua famiglia se ti succede qualcosa. Se sei l’unico proprietario della tua attività, questa assicurazione è fondamentale perché gli imprenditori sono personalmente responsabili per tutti i debiti dell’attività.

• Assicurazione invalidità – In caso di infortunio o malattia, l’assicurazione invalidità ti fornirà un reddito per un determinato periodo di tempo.

• Assicurazione partnership o copertura buy-sell – Se hai un partner nella tua attività, questa assicurazione ti aiuterà ad acquistare le azioni del tuo partner ea continuare a gestire l’attività in caso di morte.

• Assicurazione per malattie gravi – Se ti ammali gravemente, questa copertura ti darà una somma forfettaria di denaro per aiutarti a superare la situazione.

• Assicurazione per le persone chiave: questa copertura ti protegge in caso di morte o perdita dei dipendenti più importanti per la tua attività.

Assicurazione per guadagni aziendali e immobiliari

Oltre alla copertura che protegge le persone, la tua azienda potrebbe richiedere anche i seguenti tipi di assicurazione per proteggere i suoi beni e guadagni. Tieni presente che le aziende a corto di casa potrebbero richiedere una copertura oltre la tua assicurazione sulla casa. È sempre una buona idea contattare la società di copertura per discutere della gestione di un’attività fuori casa.

• Assicurazione sulla proprietà – Questa copertura copre qualsiasi edificio o proprietà di proprietà della tua azienda se subisce danni o distruzione a causa di incendi, terremoti, valanghe e altri disastri simili.

• Assicurazione sui contenuti – Se possiedi una proprietà o un edificio che immagazzina oggetti per la tua attività, come un magazzino o una vetrina, questa polizza copre la perdita di tali contenuti. Nota che anche se stai affittando uno spazio, potresti comunque aver bisogno di un’assicurazione sui contenuti poiché il tuo contratto di locazione probabilmente ti renderà responsabile di ciò che metti all’interno dello spazio affittato. I proprietari di attività domestiche dovranno contattare le loro compagnie di assicurazione per discutere di ciò che deve essere incluso nella loro polizza domestica.

• Assicurazione per l’interruzione dell’attività – In caso di disastro, questa polizza ti coprirà per il tempo in cui la tua attività non può funzionare con la sua corretta efficienza.

• Assicurazione del veicolo – Se la tua azienda possiede veicoli, sei tenuto per legge ad avere una copertura. Se utilizzi il tuo veicolo personale per la tua attività, assicurati di contatta la tua compagnia assicurativa.

Assicurazione di responsabilità

La responsabilità ti copre in caso di errore o incidente di cui puoi essere ritenuto responsabile. Ci sono tre tipi da considerare quando si possiede un’impresa: responsabilità personale, responsabilità da prodotto e professionale. Questi ti coprono dalla responsabilità personale, da qualcosa che non va con i tuoi prodotti e da cause intentate dai tuoi clienti, rispettivamente.

Avviare un’attività in proprio è un grosso rischio, ma ciò non significa che dovresti correre rischi inutili. Se possiedi un’attività, hai bisogno della giusta copertura. Assicurati di guardarti intorno e di trovare il pacchetto assicurativo adatto alla tua attività. Se hai ulteriori domande, possiamo aiutarti a dare un senso alle tue polizze per assicurarti di avere i giusti tipi di copertura dai giusti tipi di compagnie assicurative.